Mizziga che figura di …

Ultimamente mi sono lanciato al di fuori dei normali confini lavorativi, in ambiti a me nuovi, seppur resi meno ostili dal fatto che comunque parliamo sempre e soltanto di essere sistemisti.

E’ attività in aggiunta alla primaria, ma non per questo meno “rilevante”, anche per le conseguenze collaterali che comporta e che non starò qui a spiegare.

Fatto sta che ieri avevo un’assistenza sui PC del capoccia… meglio del reggi cordoni della borsa di questa nuova esperienza. Tensione a mille.
Due macchine da controllare in sincrono, terrore impresso nelle mie sinapsi da altro sistemista, che mi ha detto passaci sopra, ma non lasciare tracce del tuo passaggio e non toccare nulla. Verifica solo, e in caso intervieni, ma niente modifiche di registro, cancellazioni o altro.
La goccia era già bella che formata in testa.

Poi mentre lavoro in scioltezza sul primo PC, ecco che compare il dirimpettaio di scrivania che, giustamente visto che non mi hanno presentato e mi hanno spedito a lavorare sulle macchine sensibili della rete, mi tratta da “intruso” e mi fa un terzo grado da paura. Rispondo a dovere, ma ormai la concentrazione è persa.
Non vedo l’ora di finire, sentendo proprio quella sensazione che mi son portato appresso sul petto stampata sulla maglietta di Einstein… ovvero, siedi su una stufa rovente per un minuto e ti parrà un’ora.

Ecco, io mi sentivo sulla stufa rovente.
Annoto cmq tutte le problematiche rilevate sulle varie macchine e mi ritiro, dopo un’ora di ordalia, in buon ordine.
Obiettivo della serata, fare un report fatto bene di quanto riscontrato, anche per cominciare a creare un feeling coi colleghi e dimostrare che so il fatto mio.
Report conciso, ma nel contempo esaustivo delle problematiche.

SOLO… perché c’è un SOLO… che una delle due macchine era connessa in Terminal Service su un server e mancando ogni tipo di riferimento alla cosa a video e non rilevando lag di sorta, io ho lavorato su un server senza saperlo… o meglio, che fosse un server lo sapevo, ma pensavo che fosse posizionato al posto di una macchina client… infatti mi pareva strano che in locale lavorassero abitualmente con la password di amministrazione.

Insomma. Il mio bellissimo report anziché fare un servizio alla patria e mostrare la competenza, ha praticamente generato un colpo boomerang… dritto dritto sugli zebedei. Così imparo a voler fare il primo della classe.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: