Rinnovo notturno

Anche questa notte alle 03.30 gli occhi si sono aperti all’improvviso. Momento di sbigottimento e poi realizzazione che tutto taceva. Non c’era il tremolio diffuso per la casa, non si muovevano pareti e mobili, non c’era quel rombo lontano e silenzioso per chi subisce l’onda lunga, ma fragoroso e assordante per chi invece è nel centro del ciclone. C’era solo la stanza, illuminata dai led azzurri della sveglia di New York. E coperte e un tetto sopra la testa. Mi son vergognato di questa normalità.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: