Computer spenti consumano energia elettrica in grandi quantità: 60 milioni euro all’anno in Italia – NEWSwmp – Notizie dal mondo ICT

Computer spenti consumano energia elettrica in grandi quantità: 60 milioni euro all’anno in ItaliaChi crede che un PC desktop spento non consumi energia commette un grave errore. Questo il contenuto di un’analisi condotta da AFDigitale, che ha valutato l’assorbimento energetico dei PC in stand-by e totalmente spenti.a cura della Redazione: ‘Computer spenti consumano energia elettrica in grandi quantità: 60 milioni euro all’anno in Italia’ Consiglia ad un amico la news: ‘Computer spenti consumano energia elettrica in grandi quantità: 60 milioni euro all’anno in Italia’ Chi crede che un PC desktop spento non consumi energia commette un grave errore. Questo il contenuto di un’analisi condotta da AFDigitale, che ha valutato l’assorbimento energetico dei PC in stand-by e totalmente spenti.Sebbene i curatori dello studio tengono a precisare che i risultati a cui sono pervenuti non hanno un valore rigorosamente scientifico, quello che è emerso innanzi tutto è che in realtà la differenza media di consumo tra un PC in stand-by e uno spento del tutto è minima e si misura nell’ordine di qualche Watt. In certi casi addirittura si parla di frazioni di Watt, sfatando l’idea che lo stand-by tiene accesi una quantità rilevante di circuiti impegnando una quantità considerevole di energia.Quello che invece sorprende è che un computer spento ma connesso alla rete elettrica assorbe circa 2-3 Watt. Come spiegano i tecnologi che hanno effettuato le rilevazioni, «i fattori che contribuiscono sono tanti: innanzitutto l’accensione stessa dell’apparecchio, che una volta era comandata da un apposito pulsante meccanico, e che oggi è di tipo “contatto”, in grado di funzionare solo se collegato a un circuito elettrico già attivo».Non basta. «A seconda di come impostato originariamente – proseguono gli analisti – il BIOS può far sì che il computer, pur se spento, resti comunque in attesa di comandi provenienti dall’esterno: il riferimento è ai cosiddetti comandi “wake up” che permettono alla macchina di venire attivata, all’occorrenza, da svariate periferiche o da remoto».In buona sostanza il problema è che la scheda madre del computer non si spegne mai del tutto, ma continua a tenere attivi alcuni circuiti. A questa si aggiungono anche certe periferiche esterne connesse via porta USB che pretendono di restare alimentate anche a computer spento.E il costo energetico complessivo di questo minimo assorbimento permanente? Parlando dell’Italia è facile dedurre che, essendo circa 13 milioni i PC desktop connessi alla rete elettrica, questi consumano qualcosa come 30-40 megawatt. Un valore che si traduce in un costo approssimativo di 56 milioni di euro spesi per nulla, che però gravano sui costi complessivi delle bollette degli Italiani.Autore: Pierluigi Emmulo

Computer spenti consumano energia elettrica in grandi quantità: 60 milioni euro all’anno in Italia – NEWSwmp – Notizie dal mondo ICT

Blogged with Flock

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: