La calma dell’assenza di orario

Com’è bello pranzare senza l’ansia del timbro, senza l’orologio che ti ticchetta nelle orecchie, senza la voce asrpa del “custode del tempo” che rieccheggia nella tua mente, rammentandoti quali sono i momenti salienti della giornata… entrata, uscita per pausa pranzo, ritorno dalla pausa pranzo, uscita.
In mezzo lavoro anonimo per la gloria, il dovere, la vita.

Oggi, orologio, ti ho gabbato!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: