"Terroni" by De Cataldo

Impietosa lettura della tatentinità, della città mai marinaia, attendista, incapace di affrontare le nuove sfide con il dovuto coraggio, piegata e piagata dalla simbiosi con il siderurgico nazionale prima, privato poi, ed il rapporto con i miti del “diverso” così amato, così odiato.
Un libro che non sempre è obiettivo, ma sicuramente coglie molti punti dell’essere tarantini, e risulta chiaro anche per chi ha lasciato la città e vive ormai lontano dai due mari che è un racconto di misto amore quello che viene fuori.

In attesa di trovare il coraggio per reinventare questo Sud così abbisognoso delle sue anime belle.

E nel mentre, ecco cosa succede a Taranto

Posted by Picasa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: